Just another WordPress.com site

OGNI FAVOLA HA LA SUA “MORALE”….E QUESTA LA ADORO.

Ascoltate le musiche …
e leggete questa favola.
Poche gocce di questa splendida e commovente storia…
La favola di Pinocchio.
                           
Geppetto il falegname si fabbrica un burattino perché è senza figli e lo chiama

Pinocchio
 
Questi però si rivela animato e fugge via dal suo realizzatore,
 finendo tra le braccia di un carabiniere.
 Geppetto viene accusato e arrestato.
Tornato a casa, Pinocchio viene rimproverato dal Grillo Parlante,
 finché, indispettito, non lo schiaccia con un martello.
Quando Geppetto viene liberato e torna a casa,
 Pinocchio gli promette di essere buono e che andrà a scuola.
 Geppetto allora lo veste e vende la sua giacca per comprargli un abbecedario.
Uscito di casa, Pinocchio vende il libro in cambio di un biglietto per il teatro delle marionette.
Queste lo riconoscono come fratello e si mettono a festeggiarlo,
interrompendo lo spettacolo e provocando l’ira del burattinaio
Mangiafuoco, che minaccia di bruciare Pinocchio e Arlecchino.
Ma poi si impietosisce e regala al burattino delle monete.
Uscito fuori, Pinocchio si imbatte nel
Gatto e la Volpe
 
che gli consigliano di seppellire le monete nel campo dei Miracoli,
 per ritrovarle moltiplicate, e, dopo avergli scroccato la cena, lo assalgono.
Pinocchio riesce in un primo tempo a fuggire,
ma viene raggiunto davanti a una casina bianca ed impiccato a un albero.
La casina è quella della
Fata dai capelli Turchini
 che lo salva, lo cura ed ascolta la sua storia
(e le sue bugie, che producono l’effetto di allungargli il naso).
Ritornando da
Geppetto
 incontra nuovamente il Gatto e la Volpe e,
 non riconoscendo in loro i suoi misteriosi aggressori della notte precedente,
 lascia che lo accompagnino al
Campo dei Miracoli dove semina le monete.
Quando vi torna, scopre di essere stato derubato; andato a denunciare il furto,
 viene arrestato.
 Viene in seguito liberato ma tenta subito di rubare dell’uva in un campo;
il contadino lo sorprende e lo costringe a far la guardia al suo pollaio.
Quando viene lasciato andare, si reca a casa della fata,
e vi trova una lapide:
ella è morta di dolore perché abbandonata da lui.
Pinocchio arriva sulla riva del mare,
in tempo per vedere Geppetto che,
 sempre in cerca di lui, salpa su una barchetta e scompare tra i flutti.
Tenta di seguirlo a nuoto, ed arriva all’isola delle api industriose,
dove incontra nuovamente la fata turchina sotto le spoglie di una povera donna.
Qui è coinvolto in una rissa ed arrestato,
ma riesce a fuggire inseguito dal mastino Alidoro,
 che salva dall’annegamento;
Alidoro si sdebita salvando a sua volta Pinocchio dalla padella di
un pescatore.
Il burattino torna dalla fata, ma la notte prima di quella stabilita
 per il suo passaggio a ragazzo vero e proprio
si fa convincere dall’amico Lucignolo ad andare
nel Paese dei Balocchi.
 Rimane qui per mesi, e lentamente si trasforma in asino.
Comprato da un circo, si azzoppa ed è gettato in mare.
Mentre nuota verso uno scoglio, viene inghiottito da una balena,
nel cui ventre ritrova incredibilmente
Geppetto.
 
 Riusciti a fuggire per miracolo dal ventre della balena,
 Pinocchio e Geppetto vengono riportati a riva dal tonno,
e il burattino compie tutta una serie di buone azioni che rende possibile
la sua trasformazione finale in ragazzo dolce e buono.
 
 
                              
 
 
 
 

29 Risposte

  1. MARIA

    BELLISSIMO POST DOLCE BIONDA ,,,TUTTO DI RIFLETTERSI PERCHE DAVVERO OGNI FAVOLA SI NASCONDE UNA VERITA GRANDE E CHE CI DOBBIAMO PENSARCI E SEGUIRSI DOLCE SERATA CON AFFETTO

    gennaio 2, 2010 alle 5:57 pm

  2. MASSY-PRINCIPESSAMORA

    tesoro la storia di pincchio e molto bella lo visto un sacco i volte sia da piccola e anche da grande…….bellissimo post cara un forte abbraccio tvttb massy

    gennaio 2, 2010 alle 6:00 pm

  3. silvia

    Bellissima favola, una delle migliori. Bel post Marty ti auguro un buon fine settimana dolcissima amica!

    gennaio 2, 2010 alle 6:14 pm

  4. Zrcadlo

    E\’ una fiaba bellissima… un capolavoro! Piena di dolcezza e insieme profondissima… TI VOGLIO BENE!

    gennaio 2, 2010 alle 6:15 pm

  5. Aria

    è la mia favola preferitagrazie di avermela fatta rivivereun bacione grandissimo–……tvb…gioia

    gennaio 2, 2010 alle 6:24 pm

  6. Unknown

    Questa storia di un burattino mi è piaciuta molto.è una favola consigliata per i bambini,ma ha sempre affascinato anche i grandi. Grazie Martha. Un abbraccio.

    gennaio 2, 2010 alle 6:32 pm

  7. Lady d'Arbanville

    Da bambina non volevo vedere il film di Pinocchio e sai perchè?Mo\’ te lo dico, però tu non prendermi in giro; non riuscivo a guardarlo perchè Geppetto mi faceva troppa pena, vedevo quel povero vecchietto malridotto e senza un soldo che vendeva la sua unica e miserabile giacchetta per favorire le sorti di un burattino cattivo che non riusciva a comprendere quanto fosse grande il cuore di quell\’uomo, anzi gli causava solo pene. In pratica mi sentivo io in colpa per le cattiverie commesse da Pinocchio.Ahah!!!! Lo so ero scema da piccola e lo sono tuttora, visto che mi mette ancora tanta tristezza una semplice fiaba per bambini. Specialmente la prima canzone che hai postato, quella di Geppetto non posso ascoltarla.Vabbè, che ci vuoi fare?Sono tutta matta!!!Buona serata!

    gennaio 2, 2010 alle 6:32 pm

  8. Vito

    ciao, indubbiamente pinocchio è una favola che ha affascinatatantissime generazioni e sono certo, continuerà a farlo.Una di quelle favole che, come quelle di Esopo, rimarranno persempre nella fantasia dei bimbi di tutti i tempi.Ti auguro una buona serata, con amicizia, Vito

    gennaio 2, 2010 alle 6:34 pm

  9. .

    Oh Martha! ma tu mi fai piangere… lo sai quanto amo questo sceneggiato. Chi è nato negli anni 70 come me lo ricorda benissimo. attori favolosi, una musica dolcissima e triste..(la versione cinematografica di Benigni non mi è mai piaciuta…). Volevo essere lì a dare una carezza a Geppetto e se anche ero piccolina avrei tirato le orecchie al piccolo Pinocchio per la crudeltà di certi suoi capricci. E ora,ironia della sorte,quando vedo il biondino che interpreta Pinocchio vedo il mio Alessio quando fà i capricci,stesso sguardo da furbetto,la stessa voce …e gli dico fanciullino non imparar mai a dir bugie…il paese dei balocchi non esiste caro bimbo mio….ho letto da qualche parte che è la favola più completa che esista,perchè racchiude nei suoi episodi tutti gli insegnamenti che dovrebbero essere fatti ad un bambino perchè cresca onesto , ubbidiente …insomma una brava persona.Martha,non potevi farmi regalo più bello per l\’inizio dell\’anno, sei tu la fata turchina?

    gennaio 2, 2010 alle 7:00 pm

  10. SABRI

    STUPENDA!!!!!!!!!!BELLISSIMO POST!!!LA MIA FAVOLA PREFERITA!!!!DOLCE SERATA MARTHA TVB!

    gennaio 2, 2010 alle 7:15 pm

  11. La Regina

    Se devo esserer sincera con certe favole ho lo stesso problema di Lady D\’arbanville! E Pinocchio è tra queste… di sicuro è una favola ricca di insegnamenti e buoni propositi, ma c\’è veramnte troppa malinconia… troppa dura realtà… Non sono mai riuscita a vederlo tutto… a parte che ho il pianto facile su film e lungometraggi… Calcola che fanno compagnia a Pinocchio anche Dumbo e Bambi (non sono mai andata oltre alla scena del bosco in fiamme in cui perde la mamma… a quel punto da piccola scappavo piangendo e urlando!) e aggiungiamo Charlot (cosa ci trova di comico la gente in film come la piccola peste non l\’ho mai capito! A me si chiude lo stomaco e mi viene un groppo in gola a tutte quelle scene di vita misera e meschina… e purtroppo certa gente anche oggi è costretta a viverla realmente!)

    gennaio 2, 2010 alle 7:28 pm

  12. Phoenix

    Alla fine la vita e\’ cosi\’, alti e bassi, ci sono momenti in cui tutti noi siamo buoni o cattivi, poi dipende dai punti di vista, ma chi ha la volonta\’ di cambiare e migliorare puo\’ farcela…Ho visto il film con Manfredi, bellissimo…Sono storie che non stancano mai…

    gennaio 2, 2010 alle 9:27 pm

  13. † Viølet

    Non riesco a visualizzare bene il tuo post, ma credo che il Pinocchio di cui parli sia quello di Comencini.Pinocchio è il libro più tradotto dopo la Bibbia, e insieme a Cuore veniva usato nelle scuole per insegnare a leggere ai bambini, nell\’ottocento.Da piccola guardavo quello della disneye non mi ha mai particolarmente colpito, l\’ho rivisto poco tempo fa e la sensazione strana è rimasta. Forse troppo "crudo" agli occhi di un bambino… quando ho visto questo sceneggiato a 15-16 anni invece mi è piaciuto; è più completo, più "digeribile" diciamo. Quello di Benigni mi è sembrato solo una buffonata, poteva evitarselo. Poi pensava agli oscar…Buonanotte Martha!

    gennaio 2, 2010 alle 9:50 pm

  14. mamylella

    è SEMPRE BELLISSIMO…LEGGERE LA STORIA DI PINOCCHIO….MI FA TORNARE PICCOLA….E ANCHE QUANDO LA LEGGEVO AD ARY….ERA FESTA….QUANTI INSEGNAMENTI…..!!!!!GRAZIE MARTY….E..PIU\’ ENTRO NEL TUO BLOG..+ MI PIACE EVEDO QUANTO SEI BRAVA……….BACIONIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII..MAMY

    gennaio 2, 2010 alle 9:58 pm

  15. mi

    è sempre bello leggere le favole……e pinocchio come tutte ha la sua morale………grazie Martha di avercela proposta ,,,felice serata Mi

    gennaio 2, 2010 alle 10:21 pm

  16. Rameck

    Quando ero piccolo ho visto una marea di volte quello fatto dalla Disney🙂 Buona Notte, ciao

    gennaio 2, 2010 alle 10:48 pm

  17. CUORE

    BELLISSIMA FAVOLA CARA MARTHA, DA QUESTA FIABA SI POSSONO IMPARARE TANTE COSE…NELLVITA BISOGNA SEMPRE ASCOLTARE I CONSIGLI, NON ESSERE DISUBBIDIENTI VERSO LE PERSONE CARE, NON DIRE BUGIE, ESSERE GRATI DELLE COSE CHE SI HANNO…UN FORTE ABBRACCIO, TVB TUO AMICO CUORE

    gennaio 2, 2010 alle 11:20 pm

  18. †Belial

    IL PAESE DEI BALOCCHI…..QUELLO E\’ UN POSTO BELLISSIMO, MA FA TANTO TANTO MALE….. UN BACIO. Belial

    gennaio 3, 2010 alle 7:39 am

  19. ☀ஜ☀ Mձr†hձ ☀ஜ☀

    Grazie amici!Apprezzo molto chi ha commentato..Le fiabe sono importanti.Tutti siamo stati bambinie qualcuno di noi dentro il proprio cuorelo è ancora…Sono contenta che vi piaccia questa fiaba…Anch\’io quando la guardo,ascoltando queste musiche,mi commuovo.Mi fa pena quel padre che fa di tutto,si priva anche dei vestiti e del cibo, per donare tutto ciò che ha alla "sua creatura".Però voglio bene a quel monelloperchè so che Geppetto in fondo,e lo dice lui stesso,è felice di averlo creatoe lo ama per quello che è.Il suo amore verrà infatti premiato.Pinocchio diventerà buono,imparando che le menzogne prima o poi vengono scoperte,e scoprendo che il Paese dei Balocchi non esiste…Un grazie sincero e commosso da una persona adulta,ma bimba "nel cuore",di nome Marta

    gennaio 3, 2010 alle 10:33 am

  20. giudi

    Da noi si dice criscia puarci ca armenu ti manci ahahah.Buona domenica carissima

    gennaio 3, 2010 alle 10:48 am

  21. ۞ ƧƬΣFΛПIΛ FΛППΥ ۞

    oh!!!Pinocchio….e tutte le altre favole…..come sono importanti per i bambini!!!Quante ne ho lette a mia figlia…e continuerei..ma e\’ grande!!!Se potessi tornare bambina…vorrei che la mamma o il papa\’ me le leggessero ancora oppure rileggerle alla mia giovane donna quando era piccina!!!! Adesso la mia favola preferita e\’ BALTO.UN ABBRACCIO MARTHA E BUONA DOMENICA!

    gennaio 3, 2010 alle 10:57 am

  22. ASIA

    BUONA DOMENICA TESORO…. HAI SCELTO UNA FIABA CHE DI MORALE NE HA TANTA …..I TUOI INTERVENTI SONO SEMPRE PERFETTI UN DOLCE ABBRACCIO

    gennaio 3, 2010 alle 11:10 am

  23. RICCARDO

    DAVVERO BELLA E COMMOVENTE QUESTA FAVOLA.MI HAI FATTO TORNARE BAMBINO,ANCH\’IO ERO UNA PESTE COME PINOCCHIO E HO IMPARATO CHE DIRE BUGIE NON E\’ UNA BELLA COSA E CHE IL PAESE DEI BALOCCHI NON C\’E\’.BEL POST MARTHA,BUON ANNO NUOVO.RICCARDO

    gennaio 3, 2010 alle 11:50 am

  24. _23

    Sulla storia non posso dare una mia personale visione della tematica trattata, perchè ritengo sia più da genitore che non da figlio …… cioè, il protagonista vero credo sia Geppetto. E\’ lui che crea Pinocchio ed è sempre lui che fà di tutto per amarlo, nonostante tutto quel che gli combina la sua "peste". La figura del burattino tra l\’altro si discosta molto da me; sono sempre stato un bambino tranquillo, forse troppo, ma l\’amore dei miei genitori l\’ho sempre avvertito e questo mi ha condizionato a tal punto da esserne riconoscente con l\’attaccamento che credo meritassero. Per il discorso delle 1000 peripezie, vabbè; non sarebbe una favola se ci fossero troppe pause, come invece avviene nella vita. Bella ricostruzione Martha, brava!! _kiss_

    gennaio 3, 2010 alle 12:56 pm

  25. jonni

    Buona domenica Fatina, questa favola la conosciamo tutti, grandi e piccini, hai scelto una favola che nel tempo, ha subito tanti cambiamenti, con tantissime sfumature…Quindi questa lezione per la morale che attraversa il millennio, influisce anche nella favola del web della nostra rete merita, ancora una volta, di essere presa sul serio, proprio perché è capace di durare attraverso i tempi e di riproporsi talora nei trattati, talora nelle favole, talora nei fatti….Mi è capitato spesso di pensare a Pinocchio…. Infatti nel nostro Paese il dire bugie è diventata una caratteristica così diffusa e dominante, che, forse solo se i nostri nasi si allungassero a ogni bugia, come quello di Pinocchio, potremmo nutrire qualche speranza di salvezza. Ma anche sul piano economico l’immortale racconto contiene lezioni assai utili; Forse per te e il desiderio di tornare bambini?Oppure per l\’umiltà di Geppetto che viene premiata?Comunque e sempre una storia di balocchi che non esiste….By!!!!!!!

    gennaio 3, 2010 alle 1:00 pm

  26. LiOnEl

    Bonsoir. c\’est SUBLIME !! Toute mon enfance me revient !! Gros-Bisous d\’Amitié de FRANCE.

    gennaio 3, 2010 alle 4:15 pm

  27. Anna

    Martha, certo: ogni favola ha la sua morale o più di una, questa in particolare ne ha diverse.Martha, chi di noi non è stato un "pinocchio", prima di diventare adulto, in grado di assumersi appieno le proprie responsabilità e di distinguere tra ciò che è etico e ciò che è sconveniente per se stessi e per gli altri?Pinocchio lo siamo stati, quando abbiamo scelto di trasgredire le regole per misurarci, quando siamo voluti uscire dalla "tana" sicura che rappresenta la nostra casa, le nostre radici, per andare a sperimentare "Fuori, la foresta del mondo"e li ci siamo confrontati e scontrati con nuove realtà e in qualche maniera cresciuti.Fortunato è stato chi ,come Pinocchio, ritornando nella propria tana, ha trovato sempre braccia accoglienti che lo hanno consolato , incoraggiato e sollecitato a fare nuove esperienze, perchè questo significa crescere.Geppetto, rappresenta appunto quel padre che accoglie e perdona. Chi di noi non ha conosciuto l\’inganno: il gatto e la volpe? Chi di noi non ha avuto accanto a sè "maestri" che hanno cercato di indicarci la strada giusta da percorrere: la fata turchina?, Chi non si è mai lasciato sviare da qualcuno per troppa ammirazione o per mancanza di autostima Lucignolo?E abbiamo tutti dentro quella vocina che sovente rimane inascoltata, che vale da monito: il grillo parante.Io non so tu, ma io un pò Pinocchio lo sono ancora, forse perchè ogni volta che sono tornata dai "miei viaggi," non ho trovato braccia aperte e accoglienti.Ciao Martha, Grazie per questo bellissimo spunto di riflessioneUn abbraccio!

    gennaio 3, 2010 alle 5:54 pm

  28. Rameck

    Anche se in ritardo buona domenica anche a te🙂 Ciao

    gennaio 3, 2010 alle 11:03 pm

  29. Fabrizio

    la canzone di geppetto è davvero bella… ma perchè non producono piu roba come questa in tv?

    febbraio 5, 2010 alle 10:11 am

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...